LINGUA SPAGNOLA

Finalità
La finalità educativa principale è quella di stimolare il ragazzo ad apprezzare realtà diverse dalla propria ed a promuovere la forma di comunicazione tipica della lingua  spagnola.

Obiettivi

  • Graduale comprensione e produzione orale e scritta.
  • Conoscenza di usi e costumi (civiltà).
  • Osservare la radice linguistica comune fra lo spagnolo e l’italiano.
  • Saper cogliere la peculiarità e la musicalità di questa lingua.

Metodo e strumenti didattici

  • Insegnante qualificato di madre-lingua.
  • Strumenti audiovisivi (audiocassette, videocassette e Cd-Rom).
  • Drammatizzazioni.
  • Lavori di gruppo.
  • Conversazioni.

 
Verifiche in itinere e finali

  • Osservazione del coinvolgimento dei bambini nelle attività proposte e nella     capacità di interazione con i compagni.
  • Test d'ingresso per rilevare il punto di partenza e programmare le attività.
  • Verifiche periodiche sul programma svolto.
  • Verifica  finale.

LINGUA INGLESE

Finalità
La finalità principale è quella di avvicinare il ragazzo al contesto culturale inglese, stimolarlo ad apprezzare realtà diverse dalla propria e avviarlo all’uso della lingua orale e alla conversazione.

Obiettivi

  • Graduale comprensione e produzione orale.
  • Conoscenza di usi e costumi.
  • Educazione della naturale positività e curiosità dei ragazzi verso la lingua inglese.

Metodo e strumenti didattici

  • Strumenti audiovisivi.
  • Drammatizzazioni.
  • Giochi.
  • E-mail e pen friends.
  • Lavori di gruppo.
  • Conversazioni.

Verifiche in itinere e finali

  • Osservazione del coinvolgimento dei ragazzi nelle attività proposte e nella capacità di interazione con i compagni.
  • Verifiche periodiche sul programma svolto.
  • Verifica sommativi finale.

Coro

L’educazione musicale parte dalla consapevolezza che, ancor prima di nascere, prima dunque di vedere, l’uomo sente. L’universo sonoro agisce sulla affettività dell’uomo e sulla sua razionalità : ogni suono che sente porta con sé caratteri che l’individuo impara a distinguere, porta con sé significati che impara ad integrare in un sistema simbolico tutto speciale, diverso da quello della parola, da quello dell’immagine, da quello del gesto.
Tutto l’immaginario sonoro di un individuo va preservato e potenziato quindi, prima ancora di aprire il bambino al godimento della musica, è la sua sensibilità sonora che va sollecitata e salvaguardata.

Obiettivi

  • Abituare ad ascoltare sé, gli altri, l’ambiente circostante.
  • Rendere consapevoli dei luoghi e delle funzioni della musica, indiretta e diretta.
  • Analizzare l’espressività della musica.
  • Padroneggiare e scrivere modelli ritmici.
  • Cantare.
  • Ritmica, film musicali, uscite , etc...).
  • Stabilire  una relazione tra musica e poesia e tra poesia e arte.
  • Acquisire modelli ritmici.
  • Partecipazione a feste ed eventi musicali del territorio.

Mezzi e strumenti

  • Presa in carico degli alunni e conoscenza della loro sensibilità musicale.
  • Individuazione e realizzazione di percorsi efficaci atti a raggiungere gli obiettivi.
  • Tipologie diverse di intervento atte a valorizzare le potenzialità di ciascuno.
  • Uso di metodologie e strumenti adeguati a seconda dell’obiettivo da perseguire ( registratori, stereo, strumenti musicali, strumenti di ritmica, film musicali, uscite , etc...).

Verifiche in itinere e finali

  • Osservazione del coinvolgimento dei ragazzi nelle attività proposte e nella capacità di interazione con i compagni.
  • Verifiche periodiche sul programma svolto.
  • Verifica sommativa finale.

Sottocategorie