Discorso concerto

DUE PAROLE PER IL CONCERTO DI NATALE

Buonasera e grazie agli insegnanti di musica per aver invitato i ragazzi a vivere questa splendida serata.

La scuola Il Seme fina dal suo inizio 35 anni fa, ha sempre dato importanza al canto e alla musica, ma perché?
Il canto è un’espressione dell’uomo e compito della scuola è l’educazione di tutta la persona, coltivando le doti, piccole o grandi che siano, di ciascuno. Suonare uno strumento, cantare in un coro sono passi di crescita personale , occasioni per conoscere di più la realtà, possibilità per mettersi alla prova.

La musica ha un grande valore educativo: necessità di disciplina, di impegno, di obbedienza , occorre infatti seguire un maestro che dirige ed insegna, ma tutto questo è secondario rispetto al motivo principale del perché noi da sempre cerchiamo di cantare coi nostri ragazzi ed è molto semplice: perché è bello.
E’ bello stare con gli altri, arrivare a un obiettivo che da solo non potevi nemmeno immaginare di raggiungere
Cantare e suonare rendono lieto il cuore e non solo dei ragazzi, ma anche di noi insegnanti che cantiamo e suoniamo insieme a loro all’inizio della mattinata o durante le gite, oppure in alcune discipline come inglese ,grammatica o matematica per rinforzare e memorizzare in un modo simpatico alcuni contenuti
All’inizio di novembre l’Amministrazione Comunale ha intitolato la piazza giardino di Castione Marchesi dove si trova la scuola Il Seme, a don Luigi Giussani , sacerdote milanese scomparso nel 2005. Noi abbiamo imparato da lui, che era un grande amante

della musica , questa attenzione al canto. Don Giussani ha sempre descritto il canto come l’espressione naturale di chi si scopre amato e fa un esempio: “Siete mai entrati in una casa dove c’è una giovane madre affettuosa? E’ impossibile che il suo bambino piccolo non canticchi. Canta, canticchia tira fuori chissà da dove delle armonie: e ha quattro anni! Esprime la letizia e la tranquillità che vengono dall’essere amati” (L.Giussani, “La massima espressione”, in Un caffè in compagnia, conversazioni sul presente e sul futuro con R. Farina). Il canto è dunque, nella sua semplicità, la somma espressione dell’uomo che si riconosce voluto, abbracciato, amato

Quando uno canta esprime la gioia di essere con gli altri ed è aiutato ad aprirsi ed accogliere e questo è il grande valore della musica.

Per gli alunni che vogliono approfondire e sviluppare i propri talenti ci sono poi anche i laboratori pomeridiani che sono frequentati dalla maggior parte dei ragazzi che si stanno esibendo sul palco.

Ringrazio ancora tutti e buon proseguimento di serata. 

Sottocategorie